Desktop View

pokerstars casinoPokerStars Casino Games è la ragione per Vicky Coren partenza dal Team PokerStars, nel suo recente post sul blog Victoria Coren-Mitchell afferma che quei giochi da casinò a probabilità sfavorevoli che possono essere (soprattutto online) così pericolose per i più deboli o disperati.

Il Team PokerStars Pro è stato un giocatore di squadra dal 2007 rappresenta il poker il gioco che ama e firmato per, con il poker le probabilità non a favore della casa, ma piuttosto al livello di abilità dei singoli giocatori.

Victoria Coren ha fatto la sua decisione solo poche ore dopo l'annuncio che i giochi del Casinò PokerStars saranno presto lanciati nella lobby del poker con le scommesse sportive a seguire nel 2015.

Il nuovo software del casinò PokerStars è solo uno dei molti cambiamenti e aggiunte dal Amaya Gaming comprato PokerStars per 4,9 miliardi dollari da Isai Scheinberg all'inizio di quest'anno.

PokerStars Casino non approvata da Vicky Coren

Come un giocatore di poker avido Victoria Coren-Mitchell si rifiuta di rappresentare PokerStars, che una volta era prettamente dedicata ad essere il miglior sito di poker online al mondo, che hanno ampliato la loro piattaforma di gioco per offrire giochi da casinò e scommesse sportive.

Ha annunciato la sua risoluzione del contratto con PokerStars nel suo recente post sul blog sul sito ufficiale di Victoria Coren precisando le ragioni seguenti:

Venerdì sera, PokerStars.com ha annunciato che verranno lanciate giochi da casinò online a fianco il suo poker internet. Come risultato, il Sabato mattina, ho disdetto il contratto di endorsement con loro.

La loro notizie è stato molto improvviso, quindi non ho avuto molto tempo per considerare la mia posizione, ma sapevo che dovevo agire in fretta prima che io potessi ripensarci. Ovviamente questa è una decisione spaventoso e triste per me di fare. Sono stato con PokerStars dal 2007 e Team Pro è stata una parte fondamentale della mia identità. Ovviamente mi manca il denaro e sono nervoso di gestire senza di essa. Inoltre, ironia della sorte, il mio piano per il prossimo anno o due era stato a viaggiare di meno e giocare di più online.

Ma non posso rimanere in giro, dormire su di esso, avere incontri e parlare di me a rimanere, quando il mio istinto mi dice che la cosa giusta è quella di andare via. Questa non è una critica di PokerStars sé: gli affari sono affari, stanno fornendo un nuovo servizio che la gente vuole, e so che intendono rispettare alcuni principi fondamentali del gioco responsabile. Non è anti-casino sia; Ho passato un sacco di tempo nei casinò, e mi è stato detto di indulgere nel gioco da tavolo dal vivo.

Ma non posso professionalmente e pubblicamente approvare, anche passivamente dal silenzio con il mio nome ancora sopra il negozio. Poker è il gioco che amo, il poker è quello che ho firmato per la promozione. La domanda che sto probabilmente chiesto più volte nelle interviste è di circa il pericolo di dipendenza, andando skint e così via. Sono sempre attento a spiegare la differenza tra la natura essenzialmente fiera del poker, dove tutti noi prendiamo l'altro su con la stessa probabilità di base, e quei giochi da casinò a probabilità sfavorevoli che possono essere (soprattutto online) così pericoloso per la vulnerabili o disperata. Anche se PokerStars mi assicurarono che non avrei dovuto promuovere attivamente il braccio casino, so che nel mio cuore che continuare nel mio ruolo attuale poteva rischiare di contribuire a mandare la gente in un luogo dove si sarebbero incontrare qualcosa che penso sia pericoloso. Non è questo il modo in cui voglio fare una vita.

Fonte: victoriacoren.com



Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.